Questo Blog si avvale esclusivamente di Cookie tecnici, propri o di terze parti, necessari al suo stesso funzionamento e utili per la valutazione delle sue prestazioni, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy. Non viene trattato alcun dato di natura personale mediante questi Cookie, in ottemperanza al disposto del Regolamento UE 2016/679 (GDPR). Se vuoi saperne di più fai click sul collegamento Maggiori dettagli (Cookie Policy). Se premi OK oppure prosegui la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei Cookie qui indicato.
SCOPRI GLI ARGOMENTI
SCOPRI GLI ARGOMENTI
SCOPRI GLI ARGOMENTI
13.11.2019
Vetro satinato
Sembra marmo,
invece è vetro.
Sembra marmo, invece è vetro.

Si chiama Ecosat Screen, proposto in lastre di 2250/2400 x 3210 mm, è il nuovo, speciale vetro satinato lavorabile secondo tutti i processi termici e meccanici del vetro piano. Fra questi, il più interessante è rappresentato dalla combinazione di stampa digitale e curvatura che insieme consentono di ottenere un vetro dall’identità nuova, capace di simulare fedelmente altri materiali, spingendosi anche oltre le loro possibilità tecniche. Ad esempio, con questo binomio si può replicare l’effetto di un marmo sinuoso, quasi un “velo di marmo” da 4 mm, difficilmente realizzabile utilizzando il marmo stesso, peraltro una materia oggi di tendenza. La riproduzione fotografica con la stampa digitale, sul lato lucido della lastra, viene esaltata sul lato opposto dalla superficie satinata di Ecosat Screen che ammorbidisce la lucentezza fredda del vetro.

La diffusione della stampa digitale su vetro.

Non più dominio esclusivo delle industrie grafiche, la stampa digitale è sempre più diffusa in molti settori produttivi e viene scelta dalle vetrerie per la possibilità di riprodurre perfettamente qualsiasi immagine, grazie a una gamma di colori davvero molto ampia e a un grado di definizione elevato. Così il vetro diventa personalizzabile. Ve ne sono di due tipi:

• A freddo. La più diffusa: il processo di stampa avviene su vetro già temperato, destinato esclusivamente all’installazione in interni.

• A caldo. Per utilizzare il vetro in esterni, esso deve essere smaltato (in inglese, enamelled). Molto sinteticamente, il colore è stampato in digitale “a caldo”, con vernici ceramiche, che durante il processo di tempera vetrificano con la base float per le altissime temperature raggiunte (640°): diventano così resistenti ai raggi UV (cioè ai raggi solari), alle temperature, alte o basse, e a livelli di umidità eccessivi. Questo procedimento rende inscalfibile il vetro e soprattutto inalterabile nella resa cromatica, per applicazioni esterne quali facciate, parapetti, o in ambienti molto umidi, come spa e wellness, design nautico e simili. Gli impianti per la stampa digitale a caldo sono appannaggio delle vetrerie più specializzate.
Vetro satinato Ecosat Screen

Ecosat Screen. Non solo stampa digitale.

L’innovativo vetro satinato Ecosat Screen si presta anche a metodi di stampa più tradizionali, come la stampa serigrafica, da effettuarsi sempre sul lato lucido. Quanto all’altro lato, la sua superficie è finemente satinata, piacevole al tatto, sempre facile da pulire. La resistenza certificata alla graffiatura lo rende ideale come top di piani lavoro, superfici dove quotidianamente oggetti in metalli diversi (coltelli, forbici, penne ecc.) possono causare abrasioni. Non solo, Ecosat Screen è un piano perfetto per la scrittura: certificato per resistere alle macchie, anche le più difficili da eliminare, come l’inchiostro dei pennarelli per lavagne, si cancella perfettamente, senza che rimanga alcuna traccia.
Prerogative, queste, che lo rendono apprezzabile sia per piani lavoro, tavoli, top, sia per installazioni a parete. A questo proposito segnaliamo due interessanti applicazioni:

• in ambiente casa, gli schienali cucina, che devono essere facilmente e frequentemente pulibili, e che possono diventare anche con Ecosat Screen una comoda superficie per note o messaggi scritti al “volo”.
• In ambiente lavorativo e scolastico, le lavagne interattive (LIM) e le pareti scrivibili per la sua perfetta cancellabilità.

Proprio in ambienti ufficio è anche un perfetto vetro salvaprivacy, ovunque ve ne sia la necessità: da vicino esse sembrano quasi trasparenti, mentre da lontano velano efficacemente.
Vetro satinato Ecosat Screen

Top in vetro Ecosat Screen, 10mm, extrachiaro, temperato, retro-smaltato effetto marmo (Touch the Stone, by Glassfer). La superficie esterna del vetro è piacevolmente liscia al tatto, brillante, con un'alta resistenza certificata ai graffi e alle macchie. antigraffio e antimacchia, scrivibile.
Vetro satinato Ecosat Screen

Top in vetro Ecosat Screen, 10mm, extrachiaro, temperato, retro-smaltato effetto marmo (Touch the Stone, by Glassfer).

 

13.11.2019
Vetro satinato
Sembra marmo,
invece è vetro.
Sembra marmo, invece è vetro.

Si chiama Ecosat Screen, proposto in lastre di 2250/2400 x 3210 mm, è il nuovo, speciale vetro satinato lavorabile secondo tutti i processi termici e meccanici del vetro piano. Fra questi, il più interessante è rappresentato dalla combinazione di stampa digitale e curvatura che insieme consentono di ottenere un vetro dall’identità nuova, capace di simulare fedelmente altri materiali, spingendosi anche oltre le loro possibilità tecniche. Ad esempio, con questo binomio si può replicare l’effetto di un marmo sinuoso, quasi un “velo di marmo” da 4 mm, difficilmente realizzabile utilizzando il marmo stesso, peraltro una materia oggi di tendenza. La riproduzione fotografica con la stampa digitale, sul lato lucido della lastra, viene esaltata sul lato opposto dalla superficie satinata di Ecosat Screen che ammorbidisce la lucentezza fredda del vetro.

La diffusione della stampa digitale su vetro.

Non più dominio esclusivo delle industrie grafiche, la stampa digitale è sempre più diffusa in molti settori produttivi e viene scelta dalle vetrerie per la possibilità di riprodurre perfettamente qualsiasi immagine, grazie a una gamma di colori davvero molto ampia e a un grado di definizione elevato. Così il vetro diventa personalizzabile. Ve ne sono di due tipi:

• A freddo. La più diffusa: il processo di stampa avviene su vetro già temperato, destinato esclusivamente all’installazione in interni.

• A caldo. Per utilizzare il vetro in esterni, esso deve essere smaltato (in inglese, enamelled). Molto sinteticamente, il colore è stampato in digitale “a caldo”, con vernici ceramiche, che durante il processo di tempera vetrificano con la base float per le altissime temperature raggiunte (640°): diventano così resistenti ai raggi UV (cioè ai raggi solari), alle temperature, alte o basse, e a livelli di umidità eccessivi. Questo procedimento rende inscalfibile il vetro e soprattutto inalterabile nella resa cromatica, per applicazioni esterne quali facciate, parapetti, o in ambienti molto umidi, come spa e wellness, design nautico e simili. Gli impianti per la stampa digitale a caldo sono appannaggio delle vetrerie più specializzate.
Vetro satinato Ecosat Screen

Ecosat Screen. Non solo stampa digitale.

L’innovativo vetro satinato Ecosat Screen si presta anche a metodi di stampa più tradizionali, come la stampa serigrafica, da effettuarsi sempre sul lato lucido. Quanto all’altro lato, la sua superficie è finemente satinata, piacevole al tatto, sempre facile da pulire. La resistenza certificata alla graffiatura lo rende ideale come top di piani lavoro, superfici dove quotidianamente oggetti in metalli diversi (coltelli, forbici, penne ecc.) possono causare abrasioni. Non solo, Ecosat Screen è un piano perfetto per la scrittura: certificato per resistere alle macchie, anche le più difficili da eliminare, come l’inchiostro dei pennarelli per lavagne, si cancella perfettamente, senza che rimanga alcuna traccia.
Prerogative, queste, che lo rendono apprezzabile sia per piani lavoro, tavoli, top, sia per installazioni a parete. A questo proposito segnaliamo due interessanti applicazioni:

• in ambiente casa, gli schienali cucina, che devono essere facilmente e frequentemente pulibili, e che possono diventare anche con Ecosat Screen una comoda superficie per note o messaggi scritti al “volo”.
• In ambiente lavorativo e scolastico, le lavagne interattive (LIM) e le pareti scrivibili per la sua perfetta cancellabilità.

Proprio in ambienti ufficio è anche un perfetto vetro salvaprivacy, ovunque ve ne sia la necessità: da vicino esse sembrano quasi trasparenti, mentre da lontano velano efficacemente.
Vetro satinato Ecosat Screen

Top in vetro Ecosat Screen, 10mm, extrachiaro, temperato, retro-smaltato effetto marmo (Touch the Stone, by Glassfer). La superficie esterna del vetro è piacevolmente liscia al tatto, brillante, con un'alta resistenza certificata ai graffi e alle macchie. antigraffio e antimacchia, scrivibile.
Vetro satinato Ecosat Screen

Top in vetro Ecosat Screen, 10mm, extrachiaro, temperato, retro-smaltato effetto marmo (Touch the Stone, by Glassfer).

 

RICHIEDI INFORMAZIONI
Campi obbligatori *
*
Ho preso visione dell’Informativa sulla Privacy e presto il mio consenso al trattamento dei dati secondo il disposto del Regolamento UE 2016/679 (GDPR).
Campi obbligatori *
Tags
Vetro satinato
Vetro acidato
Stampa digitale
Superfici in vetro
Vetro per piani
Piani di lavoro in vetro
Vetro per cucine
Schienali cucina
Schienali cucina in vetro